BLOG

Carezze: che potere hanno sulle donne!?!

By  | 
Condividi sui social!Share on Google+Email this to someonePin on PinterestTweet about this on TwitterShare on Facebook

Non solo sesso, kamasutra e sfumature di grigio. Il segreto di una relazione intensa, e magari duratura, sono le carezze. Proprio la carezza, questa forma di contatto fisico così tenera e delicata, pare sia fondamentale anche per il sesso. Perchè aumenta il calore umano e il senso di intimità, aiuta a lasciarsi andare e rievoca una modalità di contatto che risale alla nostra infanzia.

L’importanza delle carezze per il sesso

La carezza è un gesto lento, delicato, intenso. Un contatto intimo, che può riguardare relazioni parentali, di amicizia o d’amore, e sorprenderci con la sua grazia gentile.

Anche a letto le carezze sono fondamentali, ma non solo nei preliminari. Accarezzarsi attiva le zone erogene, ovvero quelle aree del corpo più sensibili al contatto nella direzione di una stimolazione sessuale. In un certo senso tutta la pelle è erogena, ma specie nella donna alcune aree sono molto sensibili alla carezza.

Esistono diversi tipi di carezze, proviamo ad elencarne alcune:

- Carezze a mano piena e contatto deciso;

- Carezze a mano piena e contatto delicato;

- Carezze con il dorso delle mani o la punta delle dita;

- Carezze molto superficiali, “a pelo”;

- Carezze fatte con il resto del corpo (ad esempio il viso, i piedi, le gambe).

carezzeQuello che accomuna queste tipologie è una certa lentezza e grazia nel tocco, che resta sempre gentile, mai aggressivo o insistente. Ci sono poi le carezze passionali, che invece sono più “premute” e veloci, sensuali, avvolgenti.

La donna ha alcune zone erogene primarie molto sensibili come il collo, l’interno cosce o il seno. Anche i genitali possono essere oggetto di carezze, sia in fase preliminare che nel post coito. Non a caso l’approccio alla sessualità del tantra fa abbondante uso di carezze genitali per favorire un rapporto sessuale più intenso, dove entrambi i partner sappiano lasciarsi andare al 100% liberi da ansie da prestazione.

Ma come mai la carezza è così importante? Ce lo spiega anche Eric Berne, il padre dell’Analisi Transazionale, che estese il concetto di carezza anche a espressioni e comportamenti verbali e paraverbali. Si può accarezzare con uno sguardo, con una parola, rispondendo a quell’atavico bisogno che abbiamo di essere riconosciuti e amati.

 Carezze: che potere hanno sulle donne!?!

Comments

comments

You must be logged in to post a comment Login